Zelten – ovvero due liguri, un toscano, una gita in Francia e un dolce trentino

Zelten – ovvero due liguri, un toscano, una gita in Francia e un dolce trentino

zelten-buonissimo

Lo Zelten

Avete presente quelle barzellette con il tedesco l’italiano e il giapponese… non é proprio cosí ma ci si avvicina, la mia conoscenza dello Zelten é avvenuta con gli elementi di una barzelletta 😉

Prendiamo due liguri, un toscano e una gita in montagna in Francia, mischiamo il tutto, depositiamo l’impasto in cima al Cap Roux (Nice) ed ecco qui lo Zelten.

zelten-cap-poux

…Ottimo Gianni! Ma che dolce é?

Il dolce Zelten!

Cosa?

Si Zelten.

Ma l’é toscano?

No me l’ha passato mio fratello é buono!

Si, si é proprio buono! Almeno ci consola dal fatto che Attilio ci fa sempre sbagliare strada e poi dice che non é vero. …Ma com’è che si chiama sto’ dolce?

Ma Dai, torta Zelten!

zelten-cap-roux-attilio-gianni

 

Dialogo reale giuro! Avvenuto in cima ad una montagna. Il giorno dopo, da Gianni, arriva puntuale la ricetta richiesta, qualche breve ricerca su internet e tutto viene confermato.

Lo Zelten é un dolce della tradizione natalizia del Trentino rientra nella categoria pani dolci ed é frutto di ricette non codificate la cui origine si perde nell’uso, ogni famiglia, ogni valle aveva la sua. Le prime tracce della ricetta vengono fatte risalire al 1700 qui trovate qualche indicazione in più.

Lo Zelten é facile e saporito (buono!) rende bene l’idea del dolce delle feste in famiglia. Anzi vi dirò che lo preparo per Capodanno insieme ai biscottini al cocco e cioccolato come conclusione della cena. Capodanno è passato e non sono riuscito a farlo ma complice una domenica freddina: eccolo!

Dedicata a Gianni e Attilio grandi compagni d’avventura.

La preparazione è relativamente semplice, come vedrete nel link dove ci sono alcune ricette originali, può essere anche più complessa. Diciamo che questa è una preparazione sprint.

Fate rinvenire uvetta, fichi secchi e prugne secche snocciolate tagliate a striscioline in mezza arancia spremuta e due cucchiai di rhum.

In una terrina unire il burro morbido e lo zucchero di canna, amalgamare l’impasto, unire le uova uno alla volta fino ad ottenere un perfetto assorbimento. Aggiungere al composto le farine e la buccia d’arancia grattugiata e il lievito setacciato. Mescolate. Unite la frutta e la frutta secca che avrete preventivamente tagliato grossolanamente – potete usare anche il mixer. Mettete l’impasto in una teglia di 25 cm di diametro foderata con la carta forno. Decorate a volontà. Infornate a forno già caldo a 180° per circa 45 minuti.

zelten-forno

Lista della spesa

150 g di farina

50 g di farina di riso

150 g di zucchero di canna

100 g di burro

1/2 bustina di lievito

2 uova

la buccia di una arancia grattuggiata

1/2 arancia spremuta

80 g uvetta

60 g noci sgusciate

60 g mandorle

60 g nocciole

60 g prugne snocciolate

60 g fichi secchi

40 g pinoli

Andrea

 

Annunci

7 thoughts on “Zelten – ovvero due liguri, un toscano, una gita in Francia e un dolce trentino

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: